Quotidiano di informazione campano

Valeria: Renzi a Venezia, i funerali con Mattarella in diretta su Rai1

Lutto a Venezia oggi ultimo saluto a Valeria

0

Rai1 decide di cambiare il palinsesto e a partire dalle 10.55 di oggi, 24 novembre, trasmetterà in diretta i funerali di Valeria Solesin, uccisa a 28 anni dai terroristi al Bataclan, durante gli attacchi dell’Isis su Parigi (nella foto in basso una veneziana che esce commossa dalla camera ardente). Alla cerimonia sarà presente il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, mentre oggi, 23 novembre, la camera ardente è stata visitata da Laura Boldrini, presidente della Camera, e più tardi dal capo del governo, Matteo Renzi, che su Twitter ha scritto ha scritto “Ciao, Valeria” e ha definito la famiglia della studentessa un “esempio di forza e di dignità”. Poi Renzi si è trattenuto a parlare con i genitori (con lui nella foto in basso)

aaaaarenzi

Il padre: “Sì alle benedizioni, anche quella dell’imam”

Intanto il padre di Valeria, Alberto Solesin, ha detto: “Il funerale di oggi sarà una cerimonia civile. Le benedizioni mi vanno benissimo, anche quella dell’imam. Noi crediamo nei valori che non dividono le persone”.

aaaaaadios

La visita alla camera ardente

Arrivano silenziosi, qualcuno con un fiore, qualcuno lasciando un pensiero nel libro delle condoglianze, qualcun altro assorto per una preghiera o un segno di croce. È una piccola folla quasi tutta di gente comune, commossa e sentita, un pellegrinaggio alla camera ardente.

La bara di legno chiaro, è adagiata su un tappeto nell’androne del Municipio di Venezia, a Ca’ Farsetti, ai lati fanno servizio d’onore i vigili urbani.

Accanto al feretro i genitori di Valeria, papà Alberto e mamma Luciana, raccolti in un dolore dignitoso e schivo, con gli occhi, talvolta, persi nel vuoto. A metà giornata mamma e papà sono stati raggiunti dal figlio Dario e dal fidanzato della giovane vittima, Andrea Ravagnani, le cui braccia non sono state suffiicenti per proteggere dal fuoco la sua ragazza.

aaaacamerardente

Sul feretro spiccano i fiori bianchi, molti altri sono adagiati davanti. A rendere omaggio a Valeria anche un mazzo di fiori della città di Parigi e di Emergency. C’è chi ha lasciato un orsetto piccolo di peluche. Già prima che la camera ardente fosse aperta, una folla di un centinaio di persone si è raccolta sull’area antistante il Comune per accompagnare il feretro nel suo ultimo viaggioValeria Solesin fu colpita da una delle prime raffiche sparate dai terroristi al Bataclan, mentre era assieme al fidanzato, Andrea Ravagnani, ed è morta tra le sue braccia.

Domani i funerali civili col presidente Mattarella, “aperti a uomini e donne di tutte le fedi religiose”, che vuol dire anche agli silamici che per valeria e i suoi fmaigliari non erano da considerare “nemici”.

Andrea, la sorella Chiara ed il fidanzato di lei, Stefano Peretti non si sarebbero in realtà mai separati da Valeria: Andrea – questa è l’ultima ricostruzione fornita agli inquirenti – ha tenuto stretto a sé il corpo della fidanzata. La separazione con Valeria c’è stata quando nel teatro, due ore dopo l’irruzione jihadista, sono intervenute le teste di cuoio francesi con i primi soccorsi. I tre giovani sono stati sentiti ieri, per la prima volta in Italia, dai carabinieri di Venezia su delega del procuratore aggiunto Adelchi D’Ippolito.

È tornata a casa, anche se non certo come lei e i suoi familiari avrebbero voluto. L’aereo di Stato con la salma di Valeria Solesin, la ricercatrice morta negli attentati di Parigi, è atterrato al “Marco Polo” di Tessera. Con il feretro c’erano i genitori, il fidanzato – che era con lei la sera della tragedia al Bataclan – e la sorella di quest’ultimo, scesi dal volo proveniente dalla capitale francese.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.