Quotidiano di informazione campano

VENERDI 24 LUGLIO LA RASSEGNA STAMPA DI RADIO ANTENNA CAMPANIA ALCUNI ARTICOLI ARRIVATI IN REDAZIONE

LE NEWS DELLA GAZZETTA CAMPANA

Sabato 25 luglio, alle ore 11.30, nella sede di Palazzo Paolo V a Benevento (corso Garibaldi, 145), conferenza stampa di presentazione della candidata del Movimento 5 Stelle alla presidenza della Regione Campania Valeria Ciarambino e dei candidati del collegio Benevento al Consiglio Regionale della Campania.

Saranno presenti il viceministro all’Economia Laura Castelli, le senatrici Danila De Lucia e Sabrina Ricciardi e i deputati Angela Ianaro e Pasquale Maglione.

Nonostante il contesto reso ancora più difficile dalla recente pandemia, il Gruppo guarda al futuro mettendo in cantiere un ambizioso piano di investimenti per il triennio 2020-2022.

Nell’anno in cui, a livello nazionale, è avvenuto lo storico sorpasso dell’insegna Conad che, con una quota del 13,8% (era il 12,9% nel 2018), ha raggiunto la leadership assoluta di mercato, relegando il principale competitor al ruolo di follower (fonte: Gnlc, II semestre 2019), il Gruppo PAC 2000A Conad chiude il bilancio 2019 con un fatturato consolidato di 3.211 milioni di euro (+5,9 per cento su 2018): una crescita che rafforza la sua leadership nel Centro Sud Italia (fonte: GNLC). L’utile netto di 42 milioni di euro e la crescita del patrimonio, 687 milioni di euro (+6.02 per cento), completano il quadro di un altro anno positivo per il gruppo distributivo di Ponte Felcino (PG). Risultati che PAC intende consolidare attraverso un piano strategico che prevede importanti investimenti nel triennio 2020-2022 che, assieme alla recente fusione con Conad Sicilia, le consentirà di superare i 4 miliardi di euro di fatturato.

Crollo assunzioni. Capone, Leader UGL: “Allarme occupazione. Subito sblocco cantieri e taglio tasse per riattivare il mercato del lavoro”
“Il crollo delle assunzioni è un dato allarmante. Secondo le stime riportate dall’Inps, la contrazione delle assunzioni riscontrata ad aprile 2020,rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, è pari al – 83%. Una drammatica conseguenza della chiusura di numerose attività produttive e del calo della domanda verificatosi a seguito del lockdown. Secondo l’Osservatorio sul precariato dell’Inps la flessione interessa in particolare i contratti a termine che hanno fatto registrare un saldo negativo pari a -499.000 nel solo mese di aprile. L’emergenza sanitaria ha lasciato il posto ad una gravissima crisi economico sociale. Purtroppo i dati dell’Inps rischiano di essere soltanto un’ anticipazione di quello che ci attende a settembre quando cesserà il blocco dei licenziamenti. Si preannuncia una catastrofe occupazionale senza precedenti, con effetti potenzialmente devastanti sul piano della tenuta sociale. Il Governo esca dai palazzi e dalla sua stessa propaganda e prenda contatto con la dura realtà. Non è più pensabile affrontare tale situazione con il mero assistenzialismo o mediante misure tampone. E’ necessario immettere subito liquidità nell’economia reale, attraverso investimenti, taglio delle tasse e derogando alle procedure burocratiche previste dai contratti pubblici, al fine di sbloccare i cantieri e riattivare il mercato del lavoro.” Lo ha dichiarato Paolo Capone, Segretario Generale dell’UGL, in merito al crollo delle assunzioni registrato dall’Inps nel mese di aprile.

Domani il viceministro Castelli in Campania a sostegno della candidata presidente M5S Ciarambino

Domani, venerdì il viceministro all’Economia Laura Castelli sarà in Campania per una serie di appuntamenti con la capogruppo regionale M5S e candidata alla presidenza della Regione Campania Valeria Ciarambino.

–         Ore 13, visita al centro Eccellenze Campane, in via Benedetto Brin 69 a Napoli, dove è previsto un incontro con l’amministratore delegato Achille Scudieri e il presidente del gruppo Adler Paolo Scudieri e con gli operatori delle eccellenze del food e dell’enogastronomia della Campania.

–         Ore 15.30, nella sede di Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura di Napoli, in via S. Aspreno 2, incontro con le associazioni di categoria.

–         Ore 19.30, a Castellammare di Stabia, in piazza Spartaco, inaugurazione del comitato elettorale della candidata presidente alla Regione Campania Valeria Ciarambino.

INTERPORTO CAMPANO: L’ASSEMBLEA DEI SOCI HA APPROVATO IL BILANCIO 2019

In crescita le attività delle società controllate ISC, Intermodal e TIN

 . L’Assemblea dei Soci di Interporto Campano S.p.A. ha approvato all’unanimità il bilancio di esercizio al 31 dicembre 2019, il quale ha riportato un utile di € 92.288 con un Patrimonio Netto di € 54.222.675.

Nel corso del 2019 la società ha registrato numerose novità, tra cui la ripartenza delle opere di “completamento della viabilità di accesso all’interporto di Nola”, sbloccate per l’intervento della Regione Campania.

Riguardo alle attività operative, in crescita le società controllate ISC, Intermodal e TIN. Nello specifico, Interporto Servizi Cargo  ha effettuato un totale di 2.443 treni e prodotto un totale di circa 1.423.945 km, con un incremento pari a circa il 20%. Intermodal nel corso del 2019 ha commercializzato 47.675 UTI (+12,18% rispetto al 2018). T.I.N. S.p.A. – società specializzata che gestisce il Terminal Intermodale dell’Interporto di Nola – ha riscontrato un incremento delle attività in termini di UTI movimentate del 7,1%.

Anche Interporto Servizi Cargo ha realizzato un fatturato “core”, relativo alla vendita di servizi di trazione ferroviaria, per circa 20 milioni di euro, e insieme a ISC e  Intermodal  (società che si occupa della commercializzazione degli spazi sui treni operati da Interporto Servizi Cargo) ha approvato un Piano Industriale quinquennale 2020/2024, nel quale è prevista la progressiva crescita ed acquisizione di quote di mercato del trasporto ferroviario merci in Italia (imperniato sul progetto TAC che prevede l’utilizzo della rete ferroviaria oggi dedicata alla Alta Velocità per il trasporto merci) e lo sviluppo della commessa del trasporto di materiali e mezzi delle Forze Armate almeno per il triennio 2019-2021.

Gentile lettore, questo è il link per scaricare gratuitamente il numero VIII – 111 2020 di Puracultura.

I numeri arretrati sono disponibili gratuitamente sul sito della rivista: www.puracultura.it

Buona lettura
il direttore Antonio Dura

Image
Si accende la campagna elettorale a Cesa, Raffaele Bencivenga risponde a Guida: “Non conosce il termine democrazia, cittadini sapranno scegliere”

CESA“Attacchi ed affermazioni di vario genere, atte a screditarci ed insultarci, pullulano, ormai, sui social. D’Altronde è il modus operandi di Guida & Company; tutto miseramente prevedibile alla luce dei cinque anni di disamministrazione”. A parlare è Raffaele Bencivenga, componente della lista “Uniti per Cesa”, capeggiata dal candidato sindaco Ernesto Ferrante, in corsa alle prossime elezioni comunali del 20 e 21 settembre.

“Ancora una volta Guida, idolatrato senza sosta dai suoi sudditi, tenta di ridicolizzare il nostro attivismo, il cuore della democrazia che ci governa tutti e che dovrebbe essere alla base di una giunta che mira al progresso – afferma l’avvocato -. Ormai,  la ricerca del consenso per sé è indomata. L’interesse personale viene anteposto reiteratamente a quello comune. Errare è umano, ma perseverare in balìa di egoismi biblici, è da stolti, altro che diabolico”. 

Si accende la campagna elettorale a Cesa, Raffaele Bencivenga risponde a Guida: “Non conosce il termine democrazia, cittadini sapranno scegliere”

CESA“Attacchi ed affermazioni di vario genere, atte a screditarci ed insultarci, pullulano, ormai, sui social. D’Altronde è il modus operandi di Guida & Company; tutto miseramente prevedibile alla luce dei cinque anni di disamministrazione”. A parlare è Raffaele Bencivenga, componente della lista “Uniti per Cesa”, capeggiata dal candidato sindaco Ernesto Ferrante, in corsa alle prossime elezioni comunali del 20 e 21 settembre.

“Ancora una volta Guida, idolatrato senza sosta dai suoi sudditi, tenta di ridicolizzare il nostro attivismo, il cuore della democrazia che ci governa tutti e che dovrebbe essere alla base di una giunta che mira al progresso – afferma l’avvocato -. Ormai,  la ricerca del consenso per sé è indomata. L’interesse personale viene anteposto reiteratamente a quello comune. Errare è umano, ma perseverare in balìa di egoismi biblici, è da stolti, altro che diabolico”. 

Bencivenga precisa come “in questa campagna elettorale, il nostro avversario si ostini ad attaccare il suo nemico, da battere a tutti i costi, anziché concentrarsi sugli ostacoli che impediscono una migliore vivibilità cittadina. La politica, nella piccola contea di Cesa, somiglia, sempre di più, ad un acceso confronto tra tifosi al bar, che coinvolge anche chi dovrebbe dare senso e valore al ruolo istituzionale che ricopre”.

Il cesano ci tiene a sottolineare un aspetto a suo avviso poco considerato: “La ricerca del bene comune, la programmazione e la partecipazione vengono perse di vista. Penso al modo con cui sono state trattate le donne, in parte escluse in giunta, la mancanza di sevizi essenziali, le strade, la mobilità assente, il controllo del territorio e la partecipazione. Il tutto culminato nelle passerelle politiche di qualche sparuto gruppetto. Un depressivo e ridicolo quadro generale che sta screditando ed impoverendo non solo i ruoli istituzionali, nel pieno concetto amministrativo, ma anche i nostri stessi concittadini. Non si tratta più di differenti visioni del futuro di Cesa, ma di teatrini social vuoti e dannosi”.

La politica, nell’accezione più pura del termine, è, per Bencivenga, il vero obiettivo importante: “E’ servizio gratuito, ossia libero da ogni fine, se non quello del bene comune. Dobbiamo tornare ad intendere in questo modo l’impegno nella cosa pubblica; pena la disaffezione dei cittadini verso la politica ed i politici. Dobbiamo esser capaci di ascoltare, dialogare, confrontarci nel pieno rispetto delle persone e delle loro idee, anche non condividendole. I cesani possono esser protagonisti di una svolta storica”.

RaffBencivenga.jpeg

Squeri (FI), De Luca istiga caccia a streghe e pubblica lapidazione

Fase 3: Squeri (FI), De Luca istiga caccia a streghe e pubblica lapidazione

“La campagna elettorale e la necessità di rendere brand politico la propria immagine di macchietta social non possono prevalere sul buonsenso. L’esortazione di Vincenzo De Luca alla ‘pubblica indignazione’ contro chi non usa le mascherine scredita il giusto impegno per evitare la diffusione del Covid trasformandolo in una caccia alle streghe molto pericolosa”. Lo dichiara il deputato di Forza Italia Luca Squeri. “In una fase che vede ancora una grande preoccupazione diffusa per la pandemia è da irresponsabili lanciare messaggi che possono dar luogo a conseguenze imprevedibili e persino alla violenza. Inneggiare alle pubbliche lapidazioni è una follia”, conclude.

Shakespeare era italiano: esce su Amazon “La maschera del Bardo”, il thriller che riapre il dibattito.
Un’interpretazione originale di un mistero antico 400 anni: un’avventura attraverso la storia che getta una luce nuova sulle opere del bardo di Stratford-upon-Avon.

(23-07-2020) È approdato su Amazon il 20 luglio, con il titolo de La maschera del Bardo, il romanzo d’esordio dell’autore Carlo D’Oro, scaricabile gratuitamente per i clienti Kindle Unlimited.

La storia segue le avventure della dott.sa Julia Fletcher, studiosa di Shakespeare e del professor Matteo Manfredi, un docente di storia italiano che ha fatto irruzione nella sua vita, che in una fuga dall’Intelligence britannica, cercano di fare luce su un inganno antico, quello della vera identità di William Shakespeare, sospettato di essere solo un attore e non l’autore di alcune delle opere più celebri di sempre. Riuscirà Julia grazie all’aiuto di Matteo a perdonarsi per la perdita del padre e a trovare il coraggio e la fiducia in se stessa per riportare alla luce la verità?
Quella narrata da D’Oro è una storia dallo stile scorrevole e dal ritmo incalzante che sviluppa il suo intreccio a cavallo tra due Paesi, Inghilterra e Italia, e tra due epoche storiche, il XVI secolo e i giorni nostri.
Il testo è pregno di citazioni e rimandi al mondo shakespeariano, e conduce il lettore alla scoperta dell’Italia, in particolare della Città Eterna e della bellissima Palermo. Un romanzo che spinge a dubitare, a mettere in discussione anche le più solide certezze per amore della verità.

“La teoria che le opere di Shakespeare non siano state scritte da lui è una questioe molto discussa negli ambienti universitari. Lavoro su questo progetto da quasi 5 anni, acquisendo un’enorme quantità di materiale che mette in dubbio la reale identità del drammaturgo. Tra le identità alternative quelle più accreditate sono quelle di autori come Francis Bacon, Christopher Marlowe, Ben Jonson, Edward De Vere e Thomas Middleton. Quasi tutti inglesi: autori teatrali, scrittori e filosofi. Mai, e qui nasce l’idea del romanzo, si è ipotizzato che l’autore fosse un italiano! Il libro pone le basi per un confronto molto accesso. Ho pensato fin dall’inizio che potesse essere una buona storia da raccontare ma occorreva portare la discussione a un livello più semplice adatto a tutti”,
 queste le parole di Carlo D’Oro, autore del romanzo.

Il mio amico Valerio ha deciso di tenere un webinar, oggi giovedì 23 alle ore 18:00, dal titolo:
COME DIVERSIFICARE E SCALARE IL TUO BUSINESS ONLINE
L’iscrizione è gratuita (ma i posti limitati) e puoi prendere posto da qui:
https://www.valerio.it/a/31445/UyUHadLo
Dalle 18:00 in punto Valerio ti mostrerà una serie di casi studio, strategie e strumenti per scalare il tuo business, attrarre più clienti e diversificare la tua offerta.
Da non perdere!
Registrati subito qui:
https://www.valerio.it/a/31445/UyUHadLo

Sai che Valerio ha aperto le inscrizioni al suo programma Evangelist Mentorship Program (Bellissimo nome eh?) , se deciderai di entrare in questo programma potrai ricevere i miei bonus, a patto che sceglierai il programma annuale e non mensile. In tal caso ecco in dettaglio cosa riceverai:

  • BONUS 1: Corso automatizzatole seriale (Valore 97€)
  • BONUS 2: Corso Fatturati da Panico (Valore 1.997€)
  • e per chi si iscrive con il piano annuale, in più: BONUS 4: Una sessione di Business Coaching di 45 minuti con me direttamente (Valore 1.220€) – Se sei già un nostro cliente avrai in omaggio una sessione all’interno del piano di business coaching già in essere con il tuo coach

Le iscrizioni sono aperte per pochi giorni!

Antonio Panìco
CEO di Business Coaching Italia

 

P.S. ti ricordo che puoi unirti al circolo degli imprenditori di successo della cerchia di Business Coaching Italia, nel gruppo chiuso su Facebook:
https://www.facebook.com/groups/businesscoachingitalia

 

E che puoi anche richiedere una sessione di coaching gratuita con uno dei coach certificati Business Coaching Italia
> Clicca qui e scopri il metodo BCI

o chiama al n.verde: 800 170 036

 

I commenti sono chiusi, ma riferimenti e pingbacks sono aperti.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.