Quotidiano di informazione campano

Venerdì di sciopero, allarme sicurezza a Roma. A rischio bus

Cronaca da radio piazza news

0

allarme curezza per venerdì 14 novembre a Roma in occasione dello sciopero sociale: la questura ha aperto un Tavolo tecnico presieduto dal questore Nicolò D’Angelo per mettere a punto le misure di sicurezza. A preoccupare è il corteo che partirà, intorno alle 9, da piazza della Repubblica, a piazza Vittorio. In piazza si daranno appuntamento studenti, precari, movimenti, migranti, sindacati di base, ma si temono infiltrazioni di

Sarà una giornata difficile soprattutto per viaggiatori e pendolari. I sindacati di base, Cobas, Cub, Usi e Adl Cobas hanno indetto “uno sciopero generale e sociale” del lavoro pubblico e privato per protestare contro le politiche del governo Renzi e dell’Unione europea, in particolare contro il Jobs act, la legge di stabilità e il piano di riforma della scuola. I sindacati hanno previsto cortei e manifestazioni in diverse città italiane. Alle manifestazioni si uniranno gli studenti che hanno indetto “uno sciopero studentesco dentro lo sciopero sociale”.

A soffrire, come sempre, saranno la viabilità e i trasporti. Chi dovrà spostarsi in treno potrà contare sulle Frecce di Trenitalia e sugli Italo di Ntv che non subiranno variazioni, mentre per i pendolari saranno garantiti i servizi essenziali nelle fasce orarie 6.00-9.00 e 18.00-21.00. Sarà inoltre assicurato il collegamento Roma aeroporto Fiumicino con il treno “Leonardo Express”. Trenitalia garantisce anche altri treni elencati nell’apposita tabella dei treni previsti in caso di sciopero, la tabella è da consultare sul sito Trenitalia.it. Per i trasporti pubblici a Roma a causa dello sciopero della sigla Ubs sono a rischio le corse di autobus, tram, filobus, metropolitane e ferrovie Roma-Lido, Termini-Giardinetti e Roma-Viterbo dalle 10 alle 14. Poi la situazione dovrebbe normalizzarsi.

Situazione peggiore a Milano dove per lo sciopero proclamato dal sindacato Cub Trasporti l’agitazione è prevista dalle 8,45 alle 15,00 e dalle 18,00 al termine del servizio per l’esercizio di superficie. La metropolitana funziona ma dalle 18,00 al termine del servizio sono previste agitazioni. Sempre a Milano si terrà la manifestazione principale della Fiom con un corteo che partirà alle 9,30 da Porta Venezia e finirà in Piazza Duomo con i comizi del segretario Maurizio Landini e del segretario generale della Cgil Susanna Camusso. Il sindacato dei metalmeccanici della Cgil ha proclamato sempre per domani il suo sciopero generale nelle fabbriche del Centro-Nord cioè nelle regioni Val D’Aosta, Trentino, Piemonte, Liguria, Lombardia, Veneto, Friuli, Emilia Romagna e Toscana.

A Milano – scrive su Facebook il sindaco Giuliano Pisapia – sono previsti venerdì tre cortei ed è programmato da tempo uno sciopero di alcune sigle sindacali che coinvolgerà anche i servizi del Comune e il trasporto pubblico. “Sono certo – scrive Pisapia – che il senso di responsabilità di tutti, lavoratori e organizzazioni sindacali, troverà il modo di minimizzare i possibili disagi per i milanesi senza che sia penalizzato il legittimo diritto di sciopero”.radio piazza news

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.