Quotidiano di informazione campano

VESUVIANDO ALL’OMBRA DEL VESUVIO

0

Trecase diventa un fiume in piena per la decima tappa di “Vesuviando – Arte e cultura all’ombra del Vesuvio“: di scena i Matia Bazar, che hanno proposto in Via Prolungamento Vesuvio un concerto che ha offerto quasi 40 anni di carriera e di hit sempreverdi, facendo cantare insieme a loro le centinaia di spettatori accorsi dal comune vesuviano e da quelli del comprensorio per un evento che ha saputo riempire un’intera strada in ogni ordine di posto.

“C’è tantissimo pubblico questa sera – ha affermato Silvia Mezzanotte, cantante del gruppo genovese – un pubblico che specie qui all’ombra del Vesuvio sa essere caloroso come il vulcano, che sa abbracciare gli artisti che qui si esibiscono. Sicuramente anche il nostro spettacolo saprà coinvolgere la gente, dato che proporremo un viaggio attraverso i circa 40 anni di musica e sicuramente almeno una nostra canzone, ognuno di loro potrà cantarla insieme a noi”.

Esaltato per il boom di presenze anche il sindaco Raffaele De Luca: “Un fiume di persone che ha assistito all’esibizione di un grande gruppo. Vesuviando ha raggiunto il suo obiettivo: far risvegliare le persone e le potenzialità della nostra terra”.

Presente alla serata anche il consigliere regionale Michele Schiano, il quale ha speso parole d’encomio per il progetto: “Attraverso Vesuviando abbiamo cercato di portare avanti un messaggio di valorizzazione dei territori e delle loro risorse, in modo da rilanciare la Regione stessa. La Campania ha bellezze d’eccellenza che non hanno nulla da invidiare ad altre; la vera scommessa l’abbiamo vinta mettendo assieme i comuni, dimostrando che quando quest’ultimi si uniscono si raccolgono sempre grandi risultati”.

Il prossimo appuntamento di Vesuviando è fissato per domenica 28 settembre, dove sarà assoluto protagonista l’Osservatorio Vesuviano: nella storica sede di Ercolano, infatti, la voce di Karima Hammar si unirà ad una messa in scena teatrale dell’eruzione del 79 d.C. del Vesuvio, organizzata dall’associazione NARTEA.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.