Quotidiano di informazione campano

Vicenza, il benzinaio Stacchio: penso ai figli del bandito

0

Divo suo malgrado, imbarazzato dalla presenza di una scorta giorno e notte. Chiede di potere tornare alla sua vita di sempre, al suo lavoro, Graziano Stacchio, il benzinaio di Nanto – nel Vicentino – che martedì scorso ha sparato a un bandito armato in procinto di fareVicenza, il benzinaio Stacchio: penso ai figli del bandito – Tgcom24

Confessa di essere disorientato, in uno stato di confusione totale e di malessere. “Penso ai figli di quell’uomo – è il suo sfogo – Mi fa male pensare a loro. A volte mi dico che ho fatto bene, poco dopo cado nello sconforto”. Poche battute scambiate con un cronista del Corriere, a cui il benzinaio rivela che per lui “è imbarazzante avere una scorta. Io francamente non temo reazioni – dice – penso che i parenti della vittima abbiano capito perché ho sparato e che non volevo uccidere quell’uomo”.

E ancora “non sono un divo, non sono un politico, non vorrei essere strumentalizzato. Lasciatemi al mio lavoro”, è l’invito rivolto a tutti, giornalisti, politici, autorità. “E’ giusto che tutti dicano quel che pensano – conclude amaramente Stacchio – Se questo servirà a portare più sicurezza dei paesini va bene, ma io non sono un esempio”.

irruzione in una gioielleria, ferendolo mortalmente. Cronaca da radio piazza news

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.