Quotidiano di informazione campano

VISCIANO, IL PD LOCALE E LE OPPOSIZIONI CONSILIARI CONTRO LA MAGGIORANZA

0

In una comunità che cerca una propria identità politica, dove là crisi dei partiti è sotto gli occhi di tutti. Sezioni che chiudono e altre che resistono grazie a militanti, pochi, ma convinti delle proprie battaglie. Questa è la cittadella della carità dove il carisma di Padre Arturo non sempre lo si pratica con opere e buoni propositi.
Il PD cittadino con qualche manifesto non sempre incisivo esprime il proprio disappunto verso l’amministrazioneccomunale che a due anni dal suo insediamento “tira a campare”, a giudizio dei Democratici. Ultimamente il dibattito è concentrato sul progetto “Forno Crematorio” finanziato da privati ma del quale là giunta Gambardella prevede uno studio di fattibilità, di cui l’Utc da parere favorevole. Un progetto osteggiato dalla maggioranza dei cittadini che ritengono che non è una priorità. Lo stesso Pd con Rifondazione Comunista e i movimenti hanno indetto una petizione, raccogliendo oltre 500 firme. Petizione, sembra non recepita dal sindaco. Il primo cittadino, in Consiglio comunale, si dice convinto che là maggioranza dei cittadini è favorevole all’opera che dovrebbe essere realizzata nei pressi del cimitero Lo stesso Gambardella dichiara di aver consultato associazioni e cittadini sulla materia. Nella stessa petizione si chiede di applicare la consultazione referendaria e far decidere al cittadino. Sulla questione anche i due consiglieri di opposizione convergono con il Pd locale. Attraverso incontri bilaterali, sia il dottor Carmine Salvatore Montanaro che l’avv. Giovanni C. Conte sostengono l’inutilità del progetto. Maggioranza, ovviamente, è sulle posizioni del sindaco con un atteggiamento che va dall’indifferenza a qualche dichiarazione sopra le righe.
Intanto, a due anni dall’inizio della consiliatura le opposizioni, in Consiglio comunale e nel paese, tentano un dialogo sul da fare e mettendo da parte certi personalismi e vicende che nel passato hanno segnato questa comunità. Una comunità dove là parità di genere nelle istituzioni è un tabù. Il ruolo delle donne è marginale nella politica locale. Da alcuni anni è istituito il Consiglio comunale delle donne là cui maggioranza, non sempre, è presente alle iniziative. Il Pd sta consultando queste associazioni per promuovere iniziative unitarie a tale scopo.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.