Quotidiano di informazione campano

Writer ventenne muore travolto da treno, stava dipingendo un vagone

L'incidente nel Novarese. Il giovane, di vent'anni, non si è accorto dell'arrivo di un convoglio merci. A dare l'allarme gli amici

0

Un writer di vent’anni è morto travolto da un treno alla stazione di Arona, in provincia di Novara. L’incidente all’alba: secondo le prime informazioni, il giovane dipingeva un vagone con lo spray e non si è accorto dell’arrivo di un treno merci. A dare l’allarme sarebbero stati alcuni amici. Sono intervenuti i carabinieri. La giovane vittima era residente a Somma Lombardo, in provincia di Varese, al confine tra Lombardia e Piemonte. Disagi e ritardi per i treni lungo la linea.
“Il disegno era tutta la sua vita”. Gli amici descrivono così Edoardo Baccin, il writer ventenne che questa mattina è morto travolto da un treno alla stazione di Arona. Sono stati proprio gli amici, tre coetanei, a dare l’allarme. “Non chiamatelo vandalo, era un bravissimo ragazzo”, dicono della giovane vittima. Il writer viveva a Somma Lombardo, 18 mila anime in provincia di Varese, al confine tra Lombardia e Piemonte. La sua famiglia è conosciutissima nella zona: il papà, Marco Baccin, è un ex corridore di ciclismo e negli anni Novanta è stato tecnico del Comitato regionale lombardo.

Il decesso del giovane writer travolto da un treno alla stazione di Arona è, per il Codacons, “una morte annunciata”. Da tempo – afferma l’associazione – si denuncia “l’invasione in Italia di graffiti e altri disegni realizzati dai writer che appaiono in qualsiasi punto delle città, anche in zone a forte rischio per l’incolumità degli stessi disegnatori”. “Le istituzioni – sostiene Codacons – non hanno saputo affrontare e combattere il fenomeno dei writer, lasciando loro carta bianca e la facoltà di mettere in pericolo la propria incolumità. Non è ammissibile che questi “artisti” continuino ad imbrattare beni pubblici rischiando la propria pelle ed arrecando oltretutto un danno alla collettività”. Secondo Codacons, bisognerebbe allestire “apposite aree nelle città dedicate ai disegni dei writer”.(

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato.

Su questo sito utilizziamo strumenti nostri o di terze parti che memorizzano piccoli file (cookie) sul tuo dispositivo. I cookie sono normalmente usati per permettere al sito di funzionare correttamente (cookie tecnici), per generare statistiche di uso/navigazione (cookie statistici) e per pubblicizzare opportunamente i nostri servizi/prodotti (cookie di profilazione). Possiamo usare direttamente i cookie tecnici, ma hai il diritto di scegliere se abilitare o meno i cookie statistici e di profilazione. Abilitando questi cookie, ci aiuti ad offrirti una esperienza migliore con noi.