Grande successo per la XVI edizione del “Memorial Giovanni Caressa“, appuntamento ormai tradizionale di Anffas Onlus Salerno, nato in ricordo e in onore dell’indimenticato fondatore dell’associazione che, da oltre cinquant’anni, si occupa dell’assistenza a persone con disabilità intellettiva e alle loro famiglie.

L’evento ha avuto luogo presso la splendida cornice del Sunrise Accesible Resort e, svolgendosi nella sicurezza e nel pieno rispetto delle norme anti-contagio, non si è lasciato intimorire dall’emergenza sanitaria da Covid-19 ma, anzi, ha continuato la sua battaglia di sensibilizzazione verso una nuova cultura a favore delle capacità delle persone con disabilità intellettive fatta di inclusione sociale, di condivisione, di partecipazione attiva e di diritti inviolabili.

«Il Memorial doveva tenersi, come da consuetudine, lo scorso 24 giugno. Al fine di tutelare la nostra salute e quella dei nostri invitati, abbiamo deciso di non sospendere il nostro consueto evento, che si avvicina verso la ventesima edizione, ma di realizzarlo semplicemente in forma ridotta senza che esso ne perdesse di significato ed importanza. Tutto ciò è stato possibile anche grazie al grande entusiasmo da parte delle persone con disabilità e soprattutto delle loro famiglie che tenevano a ricordare ed onorare la figura di Don Giovanni, fondamentale per la nostra associazione». Ha spiegato Salvatore Parisi, Presidente Anffas Onlus Salerno.

Come da tradizione, immancabile è stata la consegna del premio Memorial G. Caressa” che, per questa edizione 2020, è stato consegnato all’Azienda Ospedaliera Universitaria “San Giovanni di Dio e Ruggi D’Aragona di Salerno, e ritirato dal dott. Benedetto Maria Polverino, pneumologo e responsabile Area Subintensiva Pneumologica Covid Hospital “Da Procida“, per ringraziare tutti i medici, infermieri ed operatori sanitari per il coraggio e l’abnegazione a tutela della comunità salernitana in uno dei momenti più drammatici nella storia.

«Era giusto ringraziare, con un vero e proprio riconoscimento, i professionisti sanitari che si sono spesi durante le ore più buie della pandemia per garantire il diritto di salute, non solo di tutti noi cittadini, ma anche e soprattutto delle persone con disabilità intellettiva e relazionale che sono state le prime ad essere esposte al rischio contagio da Covid-19». Ha motivato Parisi.

Ilaria Cuomo

Leggi altre Notizie

Il Nola spreca e si ferma sul pari: con l’Angri è 1-1 Dopo l’iniziale vantaggio di Gonzalez il Nola non la chiude e pareggia Il Nola non conferma la vittoria di Portici e allo Sporting non va oltre il pari con l’Angri allenato dall’ex Carmelo Condemi. Un gol per parte, un’espulsione a squadra ed un vento fastidioso che ha dato non pochi grattacapi ai due team. Il primo tempo, infatti, è avaro di emozioni e di trame di gioco. La gara esplode nel secondo tempo. Al 55′ Palmieri viene atterrato in area di rigore, dal dischetto si presenta Gonzalez che è glaciale e non sbaglia. La gara si apre ma il Nola non ne approfitta e in ben due occasioni Palmieri non trova il gol da ottima posizione. L’Angri serra i ranghi e resiste e, dopo aver colpito anche un palo esterno, trova il pari al 66′ con il neo entrato Varsi che approfitta di una dormita della difesa nolana. Nell’occasione Cassata viene però espulso: durante i festeggiamenti il numero 10 grigiorosso si arrampica sulle pareti divisorie e si fa ammonire, secondo giallo per lui e Angri in 10. Il Nola accelera ma non trova la via del gol e, anzi, a 5′ dal termine finisce in 10 per il doppio giallo a Castagna. 5 punti per il Nola in 3 gare ma il ruolino di marcia non è ancora efficace per lasciare l’ultima posizione. Prossimo appuntamento, cruciale, domenica prossima ad Aprilia. DICHIARAZIONI “Il vento ha sicuramente condizionato il primo tempo, che è stato brutto, ma nella seconda frazione siamo usciti fuori bene – ha affermato a fine gara mister Ferazzoli – E’ un buon risultato ma dobbiamo fare di più, questa squadra difende in maniera troppo molle ancora. Le gare si possono vincere anche 1-0 e dobbiamo essere lucidi. Nulla è perduto perchè la lotta è ancora serrata, ma dobbiamo migliorare ancora“. “Dispiace per il risultato, dopo l’1-0 qualcosa non ha funzionato – ha dichiarato Sergio Gonzalez, autore del gol – La situazione è difficile ma non molliamo, è ancora lunga. Il gruppo è forte e lo dimostra il fatto che Claudio Sparacello ha lasciato a me il rigore pensate del vantaggio“. TABELLINO Reti: Gonzalez 56′ (N), Varsi 66′ (A). Nola 1925: Zizzania, Sepe, Di Dona (80′ Valerio), Piacente, Russo, Gonzalez (71′ Manfrellotti), Staiano, Ruggiero (86′ Adorni), Sparacello, Palmieri, Castagna. A disposizione: Landi, Lucarelli, Franzese, Kean, Lame, D’Angelo. Allenatore: Giuseppe Ferazzoli. Angri: Bellarosa, Riccio, Liguoro, Manzo, Pagano, Vitiello (89′ Langella), De Rosa (86′ Fiore), Cassata, Acasta (57′ Varsi), Aracri, Fabiano. A disposizione. Oliva, Della Corte, Palladino, Visconti, Giordano, Sall. Allenatore: Carmelo Condemi. Arbitro: Nigro di Prato (assistenti Tagliaferro di Caserta e De Simone di Roma 1). Note: ammonito Bellarosa per l’Angri; espulsi per doppio giallo Castagna per il Nola e Cassata per l’Angri. Ufficio Stampa Società Sportiva Nola Calcio www.nolacalcio.com